Il territorio dove nasce e vive Tuttinudi Club

Il nostro territorio e pieno di mille sorprese dai infiniti gusti e dalle quattro stagioni.

Ci si può divertire passeggiando o fare del salutare Trekking in estate apprezzando anfiteatri naturali colmi di panorami mozzafiato, e incontrare centinaia di feste in onore delle infinite Chiesette e Oratori in nome del loro Santo.

In ogni angolo e conglomerato di anche poche casupole, per cui frazioni e borghi antichi, che l’alta Valsesia e ricca, vi trovate un piccolo Oratorio o Chiesetta.

L’alta valle e ricca di cultura Walser siccome i conti di Biandrate a Suo Tempo hanno affittato le terre di tutta l’alta Valsesia che allora molto impervia e boschiva, superiore ai 1000 metri s.l.m., alle popolazione del Vallese Svizzero, perché sapevano e conoscevano il modo per coltivare, abitare ed essere dei bravissimi artigiani, rendendosi autonomi, anche restando tutti i mesi invernali bloccati in loco, di conseguenza si possono trovare stabili costumi e lingua della civiltà Walser, che con un duro e grande lavoro hanno reso fertile e abitativo dal 1250 a oggi, ed essere una radiosa e tecnologica civiltà storica invidiata da tutti per le sue valorose caratteristiche.

Per arrivare in autunno con la degustazione di centinaia di prodotti locali, incluso il buonissimo Riso del Vercellese o un piatto di polenta fumante con funghi porcini, dei bellissimi boschi che donano i suoi leccorniosi frutti e festeggiarli con un calice di Gattinara, vino che rimane tra i più famosi al mondo e prende il nome dalla città la quale è contornata dai suoi vigneti.

Ed eccoci che si avvicinano le feste natalizie per fare delle settimane bianche indimenticabili con a disposizione un carosello di 180 Km di piste da sci, ecco il comprensorio, Monterosaski.

All'inizio dell'anno dall' Epifania alle sacre Ceneri abbiamo un evento folkloristico che partecipa tutta la Valle con centinaia di eventi di Carnevale, e il suo piatto Re “la Paniccia “che consiste nel minestrone molto ricco fatto nei calderoni di Rame in piazza con sotto il fuoco a legna, unico nel suo gusto per il fatto che prende il profumo dal fumo del fuoco a legna che viene cotta.

Uno dei più reali e simpatici simboli di amicizia che in Valsesia è molto apprezzato

Infine con l’arrivo della primavera possiamo gustare e meditare gli infiniti monumenti legati alla storia religiosa, sacra e storica artistica, in ogni angolo della valle e del Vercellese.

Arrivando a Varallo, prima di salire in Valle dove possiamo trovare in ogni paese un museo di ogni sorta e genere che possa interessare alla più nascosta curiosità umana, possiamo restare incantati innanzi “la parete Gaudenziana” della Chiesa della Madonna delle Grazie, eseguita da Gaudenzio Ferrari come biglietto da visita per il Sacro Monte di Varallo, la sua storica e splendida opera di eclatante splendore di arte sacra, religiosa e storica riconosciuta dall'UNESCO.

Vi lasciamo alle faccende quotidiane con l’auspicio di aver solleticato con due parole la vostra curiosità, in modo che possiate regalarvi un fine settimana o una vacanza alternativa, colma di storia, folklore, sport, natura, tecnologia, gusto ed enogastronomia, e chi lo sa anche una storia d’amore o un motivo per rafforzare e valorizzare l’amore esistente in una nuova avventura nella valle più verde d’Italia.